Java: impostare la dimensione minima della finestra

In Java 1.6, Sun ha aggiunto la possibilità di impostare la dimensione minima di una Finestra, Frame, or JFrame. Per impostare la dimensione minima della finestra, chiamando il metodo setMinimumSize(). Questo previene l’utente di ridimensionare la finestra più piccola delle dimensioni che abbiamo previsto. Ecco un esempio:

import javax.swing.JFrame;
import java.awt.Dimension;

//Creiamo una nuova finestra
JFrame frame = new JFrame(“Prova da www.marcobruni.info”);
frame.setSize(600, 600);

//Impostiamo la dimensione minima
Dimension minimumSize = new Dimension(400, 400);
frame.setMinimumSize(minimumSize);

//Mostriamo la finestra
frame.setVisible(true);

Provatelo magari seguendo le istruzioni del mio corso online sulla programmazione in Java 🙂 Happy Code 🙂

Google App Engine PHP Runtime ora disponibile per tutti

Google App Engine PHP Runtime

Google App Engine PHP Runtime oggi , dopo un periodo di prova limitato, è stato reso disponibile per tutti. Al Google I/O, all’inizio di quest’anno, hanno aggiunto PHP, il quarto linguaggio di programmazione per realizzare applicazioni in Google App Engine.

Non è più necessario per fortuna far parte della whitelist per sviluppare la nostra applicazione PHP su Google App Engine. PHP è oggi uno dei linguaggi di programmazione per il web più popolari al mondo. Dal momento che è stato lanciato al Google I/O all’inizio di quest’anno, migliaia di sviluppatori in tutto il mondo hanno iniziato a utilizzare App Engine per PHP, per eseguire software famosi fatti in PHP come phpMyAdmin , Drupal e phpBB e framework quali Laravel , Silex e CodeIgniter utilizzando anche le API di Google come Drive e Google+ su App Engine.

Uno dei primi utilizzatori di Google App Engine per PHP è stato VICE.com, con cui ci gestisce il blog principale. Riceve milioni di visitatori al mese, e gira su un CMS fatto in casa realizzato grazie al popolare framework PHP Yii. Dopo aver spostato completamente il tutto in Google App Engine sembra che siano davvero entusiasti, “E ‘nostro parere che Google sta costruendo la Platform as a service(PaaS) di nuova generazione”, ha dichiarato il CTO di VICE.com, Jesse Knight. Fin dall’introduzione del runtime PHP, Google ha fatto alcuni miglioramenti, tra cui:

Se si lavora nel cloud, è possibile creare, testare e distribuire il progetto dal browser utilizzando DevTable o CodeEnvy che sono degli IDE on the cloud 🙂 . Se si preferisce lavorare dal proprio desktop, ora è possibile lavorare a livello locale ed eseguire il debug e distribuire Google App Engine grazie all’ IDE JetBrain PhpStorm. Infine per concludere gli sviluppatori interessati a PHP ora possono creare un account in Google App Engine PHP Runtime e distribuire immediatamente le applicazioni PHP e volendo possono condividere le loro avventure con la comunità di Google+.

Voi l’avete provato?

Via googlecloudplatform.blogspot.it

[C# .NET] Come inserire dati da una tabella di un database dentro un DropDownList con SqlDataAdapter e un DataSet

C_Sharp1C# (si pronuncia “see sharp”) è un linguaggio di programmazione orientato agli oggetti sviluppato da Microsoft all’interno della suite di prodotti .NET (pronunciato dotnet) ovvero una piattaforma di sviluppo software che esprime una versatile tecnologia di programmazione ad oggetti. (cit. wikipedia).

In questo piccola guida inseriremo i valori della tabella del database nell’oggetto dropdownlist (che rappresenta una lista di valori) presente in una pagina aspx usando gli oggetti di C# SqlDataAdapter e un DataSet.

Leggi tutto “[C# .NET] Come inserire dati da una tabella di un database dentro un DropDownList con SqlDataAdapter e un DataSet”

Hacking per l’umanità nella Silicon Valley e in tutto il mondo

Due anni fa i rappresentanti di Google, Microsoft, Yahoo, Hewlett-Packard, la NASA e la Banca mondiale si sono riuniti per formare il programma del Random Hacks of Kindness (RHoK). L’idea era semplice: la tecnologia può e deve essere utilizzata per il bene. RHoK riunisce esperti in materia, sviluppatori di software e progettisti di software open source. Il 4-5 Giugno 2011 terranno il terzo Random Hacks pieno di eventi globali con la collaborazione di 5 città degli Stati Uniti e 13 siti internazionali, dando alla comunità di sviluppatori locali l’opportunità di collaborare sui problemi delle persone.

“La comunità RHoK ha già sviluppato alcune applicazioni incentrata sulla risposta alla crisi, come I’mOK , una applicazione di messaggistica mobile di risposta alle catastrofi che è stata utilizzata sul campo ad Haiti e in Cile, e CHASM, uno strumento visivo per vedere la mappa del rischio da frane attualmente in fase di sperimentazione da parte della Banca mondiale in zone colpite da frane nei Caraibi. Persona Finder , uno strumento creato dalla reazione alle crisi di team di Google per aiutare le persone a trovare amici e parenti dopo un disastro naturale, è stato anche perfezionato in occasione di eventi RHoK e utilizzate in modo efficace ad Haiti, Cile e Giappone.

Stiamo invitando tutti i designer, sviluppatori, e chiunque altro che vuole aiutare “hack per l’umanità”, per assistere ad uno degli eventi locali il 4-5 giugno. Lì, potrete incontrare altri sviluppatori open source, lavorare con esperti di clima e problemi di catastrofe e contribuire al codice di interessanti progetti che fanno la differenza. Se siete nel nord della California, Come unirsi a noi nella Valle RHoK evento Silicon Valley a quartier generale di Google.

E se fai parte di un’organizzazione che lavora nel campo della risposta alle crisi o i
al cambiamento climatico, è possibile inviare una definizione del problema online , in modo che gli sviluppatori e i volontari possono lavorare sullo sviluppo di tecnologie per affrontare la sfida.

Visita http://www.rhok.org/ per ulteriori informazioni e per firmare per il vostro evento locale, e arrivare insieme a mettere le vostre abilità di hacking buon uso.”

Fonte: Hacking for humanity in Silicon Valley and around the globe

CodEmotion: L’evento aperto a tutti i linguaggi di programmazione e tecnologie

Il Javaday cambia e diviene Codemotion

Per quattro anni il Javaday Roma ha offerto un evento unico in Italia per contenuti, affluenza e spirito. L’atmosfera trascinante del Javaday ha saputo conquistare e coinvolgere i partecipanti e gli sponsor. Per continuare ad essere la manifestazione di riferimento degli sviluppatori, il  Javaday si evolve e diviene Codemotion.

Codemotion compie un grande salto rispetto al Javaday: apre a tutti i linguaggi e tecnologie, catalizzando ancora di più sorgenti di creatività e opportunità di lavoro. Infine, sposta l’attenzione da un prodotto (Java, a suo tempo di Sun, ora di Oracle) ad una disciplina: la programmazione, a vantaggio di tutti.

Il Codemotion si terrà a Roma il 5 marzo 2011.

L’ingresso all’evento è come sempre gratuito.

Per ogni informazione: http://www.codemotion.it

Che cos’è Codemotion

Il programma di Codemotion verrà definito tramite Call for Paper pubblica e aperta a tutti. La selezione delle proposte avverrà mediate una valutazione a cura dei rappresentanti delle community ufficiali, sia legate ai diversi linguaggi che allo sviluppo del software.

Durante Codemotion si potrà consegnare alle aziende Sponsor il proprio curriculum vitae per avere nuove opportunità professionali. 

L’agenda della giornata prevede una intensa mattina di talk tecnici e un pomeriggio dove verranno organizzate sessioni di Ignite.

E’ in fase di definizione un concorso per premiare le migliori idee innovative sviluppate da giovani studenti Universitari di tutta Italia.

L’ingresso al Codemotion è come sempre gratuito.

Per ogni informazione: http://www.codemotion.it

Contribuire al programma del Codemotion

Fino al 18 gennaio 2011 sarà possibile inviare le proprie proposte di talk per partecipare al programma della prima edizione del Codemotion, l’evento aperto a tutti i linguaggi e tecnologie.

La selezione delle proposte, pervenute tramite l’apposito modulo sul sito dell’evento, avverrà con una valutazione a cura dei rappresentanti delle community ufficiali italiane, legate ai diversi linguaggi e allo sviluppo del software, che collaborano con il Codemotion. Le proposte selezionate saranno rese pubbliche nel mese di febbraio e verranno inserite nel programma ufficiale del Codemotion.

Codemotion è l’evoluzione del Javaday Roma e si svolgerà nell’unica giornata di sabato 5 marzo 2011 a Roma.  Durante la manifestazione i partecipanti potranno prendere parte ad un’intensa mattinata di talk tecnici mentre nel pomeriggio sono previsti sessioni di presentazione di idee innovative e workshop tecnici. 

Codemotion compie un grande salto rispetto al Javaday: apre a tutti i linguaggi e tecnologie, catalizzando ancora di più sorgenti di creatività e opportunità di lavoro. Infine, sposta l’attenzione da un prodotto ad una disciplina: la programmazione, a vantaggio di tutti.

L’ingresso all’evento è come sempre gratuito.

Per ogni informazione: http://www.codemotion.it

Video: The most powerful computer is in your heart

Emozioni digitali.

Il computer e l’immaginazione, codice e creatività, emozione.

Quest’anno per l’evento Codemotion, abbiamo voluto regalare un tuffo nella bellezza, nella nostalgia, con il nostro video emozionale pubblicato su youtube.

Prodotto da Macaroni Bros e diretto da Fabio Fidanza, il nostro spot gioca e ironizza su due miti del computing: Commodore e Apple.

Come sarebbe stato presentato il Commodore 64 da Apple, nel suo stile fascinosamente minimalista?

Abbiamo raccolto non pochi commenti di lacrime di nostalgia, ricordi di joystick e amici, last ninja, emozioni a 320×200 pixel.

Anche questo è Codemotion!

Vi aspettiamo il 5 marzo a Roma per l’evento aperto a tutti i linguaggi e tecnologie!

L’ingresso al Codemotion è come sempre gratuito.

Per ogni informazione: http://www.codemotion.it

Il programma del Codemotion, più di 65 interventi in agenda

Chi partecipa al Codemotion sa  che prenderà parte ad una maratona tecnica davvero unica.

Il programma del Codemotion prevede più di 65 interventi distribuiti in 7 parallele, sessioni di Ignite e un laboratorio sul mobile.

Il Codemotion è l’evoluzione del Javaday Roma, da questa edizione l’evento si apre a tutti i linguaggi e tecnologie.

Sono tanti i temi caldi affrontanti: Html5, Twitter, Database No-Sql, sviluppo di videogiochi, creazione di applicazioni mobile, comparazione e nuovi linguaggi. Si parlerà anche di Android, Sistemi Operativi, architetture… lo scopo del Codemotion è quello di stimolare la comunità a creare software migliori che possano reggere meglio l’inevitabile impatto del tempo.

Ogni intervento del Codemotion vuole emozionare i partecipanti. Suscitare l’interesse del pubblico e alimentarne la passione sono gli obiettivi che contraddistinguono l’evento. I talk non pretendono di insegnare, ma di rendere più facile il successivo processo di imparare.

Il programma del Codemotion è stato realizzato con una Call For Paper pubblica.

Durante il Codemotion i partecipanti potranno consegnare alle aziende Sponsor il curriculum vitae per avere nuove opportunità professionali. 

Il Codemotion si terrà a Roma il 5 marzo 2011.

L’ingresso all’evento è come sempre gratuito.

Per ogni informazione: http://www.codemotion.it