VideoCorso online di Programmazione Java

logo java

Si conclude con la decima lezione il Corso Base di Programmazione in Java che è stato un lungo cammino da Ottobre che mi ha permesso di incontrare e dialogare con tante persone fantastiche, potete vedere tutte le lezioni sul mio Canale Youtube. Per qualsiasi informazione contattatemi tramite la mia pagina dei Contatti.

Guida Java di Html.it che ho usato come base di riferimento ma naturalmente su Google trovate una marea di materiale

Guida Java sempre su Html.it ma più completa e più aggiornata di Francesca Tosi

Cliccate qui per scarica il Codice sorgente del gestionale realizzato nell’ultima lezione

VideoCorso Imparare a programmare in Java

Buon divertimento e ricordate sempre the code is poetry cioè il codice è Poesia

Java: impostare la dimensione minima della finestra

In Java 1.6, Sun ha aggiunto la possibilità di impostare la dimensione minima di una Finestra, Frame, or JFrame. Per impostare la dimensione minima della finestra, chiamando il metodo setMinimumSize(). Questo previene l’utente di ridimensionare la finestra più piccola delle dimensioni che abbiamo previsto. Ecco un esempio:

import javax.swing.JFrame;
import java.awt.Dimension;

//Creiamo una nuova finestra
JFrame frame = new JFrame(“Prova da www.marcobruni.info”);
frame.setSize(600, 600);

//Impostiamo la dimensione minima
Dimension minimumSize = new Dimension(400, 400);
frame.setMinimumSize(minimumSize);

//Mostriamo la finestra
frame.setVisible(true);

Provatelo magari seguendo le istruzioni del mio corso online sulla programmazione in Java 🙂 Happy Code 🙂

VideoCorso imparare a programmare in Java: 1 Lezione – Cosa fare per iniziare?

logo java

Con questo articolo inauguro una guida passo passo per java che parte da zero fino ad arrivare alla realizzazione di un programma completo per la produzione.

Se avete domande potete contattarmi tramite commenti oppure tramite la pagina Contatti oppure trovate il resto dei miei contatti qui a destra nella sezione

Per prima cosa avremo bisogno di un ambiente di sviluppo che ci aiuti nella programmazione. Sicuramente negli ultimi anni hanno fatto passi da gigante alla Sun (casa madre di Java ora comprata da Oracle) per semplificare l’installazione di un ambiente di sviluppo per java.

La creazione di questo ambiente si compone essenzialmente di 2 fasi lo scaricamento e l’installazione del java JDK (Java Development Kit che ci fornisce tutti gli strumenti di java per la programmazione) e lo scaricamento e l’uso dell’ambiente di sviluppo integrato Eclipse. Vediamo nel dettaglio le 2 fasi:

Leggi tutto “VideoCorso imparare a programmare in Java: 1 Lezione – Cosa fare per iniziare?”

Neal Gafter parla di Java sotto la gestione Oracle

Il dipendente Microsoft Neal Gafter, che fu il progettista principale e realizzatore del Java SE 4 e 5 che ha portato molti miglioramenti al linguaggio e ora lavora per Microsoft sui Linguaggi per la piattaforma NET, discute l’impatto dell’acquisizione di Oracle di Sun su Java, consente la possibilità di aggiungere stack segmentato e un meta-oggetto del protocollo di Java, e offre alcune indicazioni sul confronto tra Java e C#/.NET

Java 7 viene fornito con grave bug

La lucidimagination.com ha appena pubblicato un annuncio su un bug grave nella recente pubblicazione della versione Java 7. Pare che alcuni cicli non compilati bene siano causa di errori nelle ottimizzazioni del compilatore HotSpot, che causa il fallimento dei programmi. Il bug interessa diversi progetti di Apache direttamente come Apache Lucene Core e Apache Solr ed hanno già sollevato un allarme, notando che il bug potrebbe essere presente anche in Java 6

Eclipse 3.7 (Indigo) è disponibile

In perfetto orario, L’Eclipse Foundation ha rilasciato Eclipse 3.7 (Indigo). In realtà, Indigo è una versione che contiene decine di progetti tra cui la piattaforma Eclipse, Java tool di sviluppo, strumenti di controllo del codice sorgente, GUI designers, e altro ancora. Questo è l’ottavo anno consecutivo in cui la comunità Eclipse rilasica una versione di Eclipse nei tempi previsti.

Statistiche di Indigo:

  • 62 team di progetto hanno partecipato
  • 46 milioni di righe di codice
  • 408 sviluppatori hanno contribuito al codice
  • 49 organizzazioni hanno collaborato al rilascio di questa versione
  • 10 pacchetti predefiniti che permettono semplice il download e l’uso

Indigo include importanti nuove funzionalità per gli sviluppatori Java, innovazioni nella tecnologia di modellazione, e avanzamenti nella tecnologia Eclipse runtime.

Le principali nuove funzionalità per gli sviluppatori Java:

  • EGit release 1.0 offre supporto di prima classe per gli sviluppatori Java con Git per la gestione del codice sorgente
  • WindowBuilder, una classe Eclipse-based GUI builder, è ora disponibile come progetto open source Eclipse.
  • Test automatizzati con GUI per le applicazioni Java e HTML incluse in Jubula.
  • m2eclipse crea stretta integrazione con Maven e lo spazio di lavoro Eclipse, consentendo agli sviluppatori di lavorare con progetti Maven direttamente da Eclipse.
  • Mylyn 3.6 supporta Hudson build monitoring direttamente dall’area di lavoro Eclipse.
  • Eclipse Marketplace Client supporta ora l’installazione drag and drop di soluzioni basate su Eclipse direttamente in Eclipse rendendo molto più facil installare nuove soluzioni.
  • Supporto preliminare per Java 7 (a breve).

Altri cambiamenti importanti della piattaforma:

  • Attuazione del prossimo OSGi R4.3 Core Specification.
  • Multi-touch.
  • Supporto per WebKit su tutte le piattaforme (Windows, Linux e OS X).
  • Numerosi miglioramenti a Cacao per OS X.

Indigo è disponibile per il download immediato dal www.eclipse.org/downloads . Oltre alla piattaforma Eclipse 3.7 di produzione, il rilascio Indigo include anche una anteprima della prossima generazione, versione 4.1, disponibile dalla pagina di download 4.x.

Per maggiori informazioni:

Eclipse Indigo – Nuovo e Degno di nota
I Numeri di Indigo
Eclipse Java 7 Beta istruzioni di installazione (attualmente non disponibile – Riprova più tardi)

Fonte: zdnet.com