Il mio viaggio al Future Decoded della Microsoft a Roma

Giovedì 12 novembre 2015 sono stato al FutureDecoded della Microsoft a Roma nella splendido auditorium parco della musica in cui migliaia di aziende, sviluppatori, professionisti IT e studenti provenienti da tutta Italia hanno potuto esplorare le opportunità offerte dai trend tecnologici del futuro, dai nuovi dispositivi e dalle soluzioni cloud.

Ad aprire la conferenza è stato Fabio Santini, direttore Divisione Developer Experience di Microsoft Italia che ha illustrato i progressi e tutti i cambiamenti che ci sono stati all’interno di Microsoft nel giro di un anno e mezzo.

Secondo David Mascarella Presidente di 4ward una delle innovazioni maggiori dell’ultimo anno è l’arrivo di Office su Ipad il 24 marzo 2014.

Orazio Viele Direttore Generale e Innovazione a Engineering invece ha illustrato il processo di trasformazione che si è avuto grazie ad Azure Stack (la piattaforma cloud della Microsoft) per portare i nostri servizi e software aziendali dal cloud al datacenter locale, una sorta di Azure privato con la stessa dashboard: l’obiettivo è quello di integrare le pratiche di gestione di 100 datacenter mondiali in un datacenter locale: il cliente ha la scelta di decidere anche in maniera non definitiva dove mettere il proprio network.

Il 13 giugno 2015 si arriva poi a lanciare Cortana Analytical, per gestire le innumerevoli informazioni che ci pervengono.

Maurizio Riva di Intel ha inoltre analizzato i processi di cambiamento che ci sono stati nel tempo dal 1995 con Windows 95 passando per il wifi che ha cambiato totalmente il mondo della connettività così come lo ha cambiato il primo smartphone fino ad arrivare a Windows 10 che cambia totalmente il modello del computer.

Il 22 settembre si arriva a Office 2016 e poi incredibilmente il 4 novembre Microsoft annuncia una partnership con RedHat in cui dimostra che Microsoft Love Linux, come sono cambiati i tempi da quando Steve Ballmer annunciava che Linux era il Male.

Poi è toccato a Carlo Purassanta l’Amministratore Delegato di Microsoft Italia, : “Abbiamo scelto questo luogo simbolico per parlare di un’altra forma di arte, che in realtà è una combinazione di arte e disciplina, ossia l’innovazione. Innovazione vuol dire creare ma vuol dire anche arrivare in maniera pragmatica a una conclusione di trasformazione. E’ l’arte della creazione di opportunità. L’Italia ha bisogno di una spinta verso il futuro, di trovare l’ambizione della crescita, di trovare il coraggio di costruire cose e far succedere cose.

In questo evento abbiamo messo insieme tutte le forze dell’innovazione italiana, che sono tutte le forze vive del Paese. Abbiamo messo insieme gli studenti con gli sturtupper, gli sviluppatori di software con le persone che fanno innovazione nel digitale e con le persone che stanno nell’amministrazione pubblica, perchè noi crediamo da sempre che l’innovazione si faccia collaborando”.

Io aggiungo che sviluppare e scrivere codice è Poesia e Arte insieme.

L’intervento clou è stato quello di Satya Nadella- CEO di Microsoft Corporation, in visita per la prima volta in Italia, che ha ribadito la mission della sua Microsoft: “Vogliamo offrire a ogni singola persona e a ogni singola organizzazione la possibilità di fare di più”.

In ultimo, prima della pausa pranzo, altri grandi speaker italiani e internazionali hanno offerto il loro contributo: Amir Netz, Technical Fellow e Chief Architect del mondo Microsoft Business Intelligence in Corporation che ci ha fatto morire di risate con uno speech molto divertente e utile sulle applicazioni concrete del cloud Azure che ha aiutato un’agricoltore giapponese ad aumentare la produzione del latte delle sue mucche del 30%, Erich Gamma, Distinguished Engineer di Microsoft Corporation ci ha parlato del Visual Studio Code che è il nuovo editor di Microsoft pensato per gli sviluppatori ASP.NET e Node.JS si tratta di un prodotto completamente gratuito, pensato per Windows, MacOSX e Linux e infine il simpatico Giorgio Sardo, Senior Director DX Division di Microsoft Corporation che ci ha illustrato tutte le ultime novità contenute in Windows 10 riguardanti l’interazione uomo-macchina.

Nel pomeriggio si sono susseguite sessioni parallele dedicate in particolare a sviluppatori, professionisti IT e studenti, che hanno avuto la possibilità di approfondire aspetti tecnici e di confrontarsi con esperti del mondo IT per maturare competenze utili per il proprio percorso di crescita accademico e professionale. Contestualmente, si sono tenuti anche laboratori pratici per dare la possibilità di mettersi alla prova con le tecnologie di ultima generazione. Naturalmente io ho seguito la sessione Sviluppatori anche se avessi voluto seguire contemporaneamente quella per professionisti IT ma non potevo dividermi purtroppo 🙂

Informazioni su

Abito nella Provincia di Ascoli Piceno e sono uno Sviluppatore C#, .NET, Java, Php, Python e Wordpress. Sono un Sistemista Windows/Linux e Consulente Informatico. Questa mia passione mi accompagna da sempre ed è anche il mio lavoro da quasi 20 anni

Taggato con: