10 suggerimenti di programmazione per principianti e non

Programmazione

Ecco un elenco di dieci suggerimenti che vi aiuteranno (forse 🙂 ) ad andare avanti, soprattutto se sei un principiante in programmazione. Questi suggerimenti sono utili da ripassare anche per un programmatore esperto perchè nella mia decennale esperienza, capita lo stesso ogni tanto, di perdere tempo in stupidaggini che normalmente risolverei in 5 minuti.

  1. CALMAAA!!! Se il codice non funziona non farne una questione personale, devi essere calmo e chiaro quando esegui il debug del codice. Nella programmazione se stai sempre ad imprecare avrai meno possibilità di risolverlo.

  2. Google è il vostro SALVATORE. Molto spesso i problemi da risolvere sono simili e affrontati già da altri programmatori nel mondo, perchè re-inventare ogni volta la ruota? Allora affidiamoci a Google e come un Oracolo ci darà la risposta giusta 🙂

  3. Leggere i messaggi di errore. Leggere bene il messaggio di errore. Per avere una corretta percezione degli eventi che hanno portato all’errore leggere il messaggio dal basso verso l’alto.

  4. Perché e che cosa si dichiara? È necessario capire cosa rappresentano le nostre variabili e che cosa dovrebbero fare.

  5. Simula l’errore. Inquadrare il problema in modo corretto e replicarlo è la chiave per capire il bug che stai cercando. Chiedere a qualcuno di inquadrarlo e poi dare un’occhiata al codice sia perchè tu occhi is meglio che uan 🙂 e sia perchè uno sviluppatore non coinvolto direttamente ha la mente più lucida.

  6. Stampa delle variabili! Stampatevi a video il contenuto delle variabili nella parte incriminata, utile per capire il punto esatto dell’errore e cosa contengono le variabili.

  7. Piccoli problemi possono creare problemi più grandi. Si può spendere un sacco di tempo a fissare qualcosa che di solito si rivela una stupidaggine come un ; che manca etc.. per questo sono molto utili nella programmazione gli IDE cioè integrated development environment ovvero Un ambiente di sviluppo integrato è un software che, in fase di programmazione, aiuta i programmatori nello sviluppo del codice sorgente di un programma.(cit. Wikipedia)

  8. Spegnere il monitor. Scrivere il codice deve essere l’ultimo passo nel trovare la soluzione al problema, spegnere il monitor, riflettere sul problema, e di dividerlo in componenti. Quindi provare la codifica in parti.

  9. Il computer farà quello che si ordina di fare. Molti dimenticano questo e ogni volta che il computer non si comporta come si vuole, si impazzisce. Per esempio, è necessario avere chiarezza su ciò che si desidera che accada in un primo momento e ciò che si desidera ripetere in un ciclo.

  10. Amico Se si dispone di un amico che offre aiuto, CHIAMATELOOOO! 🙂

Cosa ne pensate di questi suggerimenti? Ne avete altri da consigliare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *